email marketing automation

L’email marketing automation offre alle aziende e ai proprietari di ecommerce l’opportunità di costruire un’intera campagna con il clic di un pulsante o di un semplice link.

L’email marketing è diventata rapidamente una delle forme più efficaci e redditizie di marketing diretto negli ultimi decenni.

Automatizzare il processo di email marketing può rendere le tue campagne più rapide, efficaci e più facili da gestire. Oltre a questo l’email marketing automation ti consente di ricevere dati sui tuoi lead e clienti aiutandoti a capire meglio i tuoi clienti  target.

Diamo un’occhiata a come funziona l’email marketing automation e ad alcuni suggerimenti su come iniziare la tua attività.

In questa guida tratteremo:

  • Che cos’è l’email marketing automation
  • Spiegazione dei vantaggi dell’email marketing automation
  • Suggerimenti per eseguire una campagna e-mail automatizzata in modo facile

Che cos’è l’email marketing automation? 

L’email marketing automation è un processo nella strategia di marketing tramite email. All’interno di uno strumento di email marketing, come ad esempio Woomail.it, possono essere creati dei workflow impostando delle condizioni e l’invio di email in automatico. Queste e-mail automatiche possono essere progettate per i clienti in qualsiasi momento all’interno del funnel di vendita.

Le e-mail automatiche possono anche essere personalizzate in base ai dati dei consumatori (o lead) per riflettere le preferenze e le abitudini di acquisto uniche di ciascun cliente.

Leggi anche: Il 73% dei consumatori ama l’email marketing

Quali sono i vantaggi dell’automazione dell’email marketing?

La maggior parte di chi si occupa di marketing è già consapevole delle potenzialità dell’email marketing. L’automazione delle campagne email ti consente di inviare e-mail personalizzate e mirate ai clienti al momento perfetto nella loro buyer’s journey (viaggio del cliente).

Cambia il tuo focus sul singolo acquirente

L’automazione elimina le supposizioni dall’email marketing e ti consente di affinare i dettagli nelle tue campagne. In questo modo, perderai meno tempo con e-mail di marketing vaghe e generalizzate e ti concentrerai invece su e-mail mirate e personalizzate.

Aumentare i lead, conversioni e ROI

Secondo Business2Community , l’email marketing automation si traduce generalmente in un aumento del 451% dei lead qualificati. E questo genera anche più vendite: il 77% dei marketer ha notato un aumento delle vendite dai nuovi lead.

Trigger per inviare e-mail in automatico

Una delle cose migliori dell’email marketing automation è che ti dà la possibilità di inviare e-mail automatiche in base ai trigger (attivatori). In altre parole, hai la possibilità di rivolgerti a clienti specifici con e-mail personalizzate in determinati punti del percorso dell’acquirente.

Qui sotto trovi alcuni tra i più comuni trigger che utilizzano gli ecommerce di successo e marketer quando progettano campagne di email marketing automatizzate.

I trigger indispensabili per e-commerce

Gli attivatori di email possono essere incredibilmente utili nel settore dell’e-commerce. Indispensabili per una strategia email marketing di successo. Il funnel di vendita nell’e-commerce può essere lungo e i clienti possono abbandonarlo e rientrare in diverse fasi.

Attivare una comunicazione con i clienti nei momenti di indecisione può essere un ottimo modo per aumentare le vendite e mantenere il pubblico coinvolto con i tuoi prodotti.

Email di conferma e di benvenuto/iscrizione

Quando un nuovo lead si iscrive, assicurati di impostare un trigger che invii un’e-mail di benvenuto subito dopo l’iscrizione. Questa è un’occasione per ricordare ai nuovi iscritti i tuoi prodotti più popolari e le tue ultime offerte.

I clienti spesso si registrano ai siti Web di e-commerce quando viene offerto un codice sconto, quindi questa e-mail è una buona opportunità per agganciare i tuoi nuovi contatti e incoraggiarli a visitare nuovamente il tuo sito web.

Un esempio di email di benvenuto potrebbe essere:

Gentile [nome iscritto],

Grazie per esserti iscritto alla newsletter di [nome azienda]. Come regalo di benvenuto, ecco un codice che puoi utilizzare sul nostro e-commerce. [x]% di sconto sul tuo prossimo acquisto.

[codice]

Cordiali saluti,

[nome]

Carrello abbandonato

I clienti spesso creano un carrello durante la navigazione nel tuo negozio online. Tuttavia, secondo SaleCycle , l’ 84,27 % di questi carrelli della spesa verrà abbandonato.

Carrello abbandonato

L’invio di un’e-mail automatica per ricordare ai potenziali clienti i prodotti che hanno lasciato nel carrello può aiutarli a rivalutare il loro potenziale acquisto e ricordare loro di effettuare il checkout.

Secondo Moosend, dalle mail inviate per l’abbandono del carrello solo il 40% delle e-mail viene aperta, il 50% di queste e-mail aperte viene cliccato e di questa percentuale un altro 50% effettua l’acquisto finale.

Ciò significa che il 10% delle e-mail inviate per l’abbandono del carrello si traduce in una vendita e molto di più in un aumento del coinvolgimento dei clienti.

Un esempio di email per l’abbandono del carrello potrebbe essere:

Gentile [nome lead],

Sembra che tu abbia lasciato qualcosa nel carrello. Sei ancora interessato a [prodotto/i]?

Clicca qui per completare l’acquisto.

Cordiali saluti,

[nome]

Ri-Coinvolgimento

Quando un tuo cliente vede più di una volta i tuoi prodotti, significa che è molto probabile che sia indeciso sull’effettuare un acquisto. A volte, tutto ciò di cui ha bisogno è una piccola spinta nella giusta direzione.

Utilizzando i dati dei clienti, puoi creare e-mail personalizzate e mirate che vengono inviate quando un cliente visita nuovamente il tuo sito web.

Un esempio di email di ri-coinvolgimento potrebbe essere:

Gentile [nome cliente],

Abbiamo notato che stavi guardando [prodotto]. Se ti piacciono i nostri [prodotti] adorerai questi [prodotti].

Vuoi vedere di più?

Visita il nostro sito per la nostra collezione completa.

Cordiali saluti,

[nome]

Conferma dell’acquisto/Aggiornamenti sulla spedizione

Questi trigger di email sono vitali per la soddisfazione del cliente. Quando un consumatore alla fine effettua un acquisto, assicurati di utilizzare la conferma dell’acquisto per ricordargli cosa ha acquistato e fornirgli i dettagli pertinenti su spedizione, tracciabilità e resi.

In molti casi, l’e-mail di conferma dell’acquisto può essere utilizzata anche come un’opportunità per vendere altri prodotti e trasformare un utente in un cliente abituale.

Un esempio di email di conferma dell’acquisto potrebbe essere:

Gentile [nome cliente],

Grazie per il tuo acquisto.

Ti confermiamo che abbiamo ricevuto il tuo ordine [numero] . Tieni d’occhio la conferma della spedizione e i dettagli di tracciamento.

Cordiali saluti,

[nome]

Consigli email marketing automation

email marketing automation

Creare campagne di email marketing automatiche non è difficile (con Woomail è semplicissimo), ma se non sai come iniziare nel modo giusto può farti perdere tempo e soldi. Ecco alcuni suggerimenti su come automatizzare il processo di marketing per ottenere il miglior ritorno possibile.

Segmenta un pubblico

I veri professionisti del marketing digitale non possono che consigliare la segmentazione del pubblico. Segmentare un pubblico significa semplicemente suddividere la tua lista di email in categorie più specifiche.

La maggior parte dei strumenti di email marketing ti consente di filtrare i tuoi abbonati in base a dati specifici. Ciò ti aiuterà a inviare e-mail attivate a gruppi specifici di clienti, che a loro volta renderanno il tuo intervento più specifico e personale.

Personalizza email e flussi di lavoro

A nessuno piace ricevere e-mail generiche di vendita dai rivenditori. Secondo SuperOffice , il tasso medio di apertura delle e-mail era solo del 21,3% nel 2020. In altre parole, circa l’80% delle e-mail di marketing vengono eliminate senza essere lette.

Uno studio di Campaign Monitor ha rilevato che le e-mail inviate con oggetto personalizzato hanno il 26% di probabilità in più di essere cliccate.

Personalizzare le tue email è un ottimo modo per aumentare il tuo tasso di successo. Creando workflow diversi per tipi specifici di clienti, sarai in grado di indirizzare i tuoi iscritti o clienti come individui piuttosto che come un gruppo omogeneo.

Inoltre, assicurati di utilizzare tutte le funzionalità di personalizzazione del tuo strumento di email marketing in modo che le tue e-mail includano i nomi dei clienti e le preferenze sui prodotti.

Attiva l’A/B test per le tue campagne di email marketing

La maggior parte delle opzioni dei strumenti di email marketing includono un’opzione per i test A/B.

Il test A/B è un processo in cui imposti due varianti simili di una singola campagna e-mail. Queste due versioni vengono inviate a due piccoli gruppi selezionati da un gruppo più ampio di clienti.

Lo strumento di email marketing misurerà quindi i risultati di ciascun gruppo. La variante che ha ricevuto il maggior numero di aperture, click-through e conversioni verrà inviata al resto del gruppo più ampio.

L’utilizzo dei test A/B è un ottimo modo per automatizzare i tuoi test e assicurarti di inviare ogni volta le migliori email automatiche e non.

Metriche importanti per la tua strategia di email marketing

Le metriche delle precedenti campagne e-mail possono dirti molto su cosa funziona e cosa no nella tua strategia di marketing. Ecco alcune metriche chiave di cui dovresti tenere traccia in modo da poter continuare a perfezionare le tue campagne di email marketing automation man mano che procedi.

  • Tasso di apertura: il tasso di apertura può farti capire se i oggetti che usi nelle tue email è efficace oppure no. Convincere i tuoi clienti ad aprire le tue e-mail è una parte vitale del processo di email marketing e senza un buon oggetto, il resto del tuo duro lavoro passerà inosservato. Tieni traccia di quali email vengono aperte e quali no. Questo ti darà un’idea di quale tipo di oggetto è più adatto al tuo pubblico.
  • Percentuale di clic (CTR): una volta che i destinatari aprono la tua e-mail, il tuo prossimo compito è convincerli a fare clic sui collegamenti all’interno di queste e-mail. Segui il tuo CTR per tenere traccia di quante persone seguono i link nelle tue e-mail per ottenere informazioni sull’efficacia dei tuoi contenuti e inviti all’azione (CTA).
  • Tasso di conversione: tieni traccia di quante persone acquistano i tuoi prodotti dopo aver fatto clic sulle tue e-mail. Questo può indicare se stai inviando e-mail ai giusti gruppi di persone, ovvero persone seriamente interessate a fare un acquisto.
  • Tasso di disiscrizione: questa metrica può mostrarti quando le tue e-mail stanno diventando sgradite. Quando questo numero inizia a salire, potrebbe essere un segno che stai inviando troppe email.
  • Tasso di crescita della lista : tieni traccia della velocità con cui sta crescendo il tuo elenco di iscritti, in quanto ciò può aiutarti a perfezionare la tua strategia di generazione di lead e clienti.

Conclusione

L’email marketing automation è molto potente e deve coprire una parte significativa nelle tue strategie di marketing. Con il giusto strumento e con un po’ di conoscenze sul email marketing si possono creare workflow intelligenti per aumentare le vendite del proprio e-commerce.

E tu quale strumento di email marketing utilizzi per il tuo e-commerce?

Scrivicelo nei commenti!

  • Il 73% dei consumatori afferma che l’e-mail è il loro […]

    Continue reading
  • Il 73% dei consumatori afferma che l’e-mail è il loro […]

    Continue reading

Leave A Comment